Date Archives

Ottobre 2017

Innovare è un’abitudine che chiunque può acquisire

Gli innovatori sono persone abitudinarie. Come tutti noi, anche se non tutti siamo innovatori. L’innovazione é un’abitudine che chiunque può acquisire, anche se non é detto che ogni innovazione sia un successo. Come sapeva Thomas Edison, che riflettendo sugli errori commessi prima di inventare la lampadina, disse: “Non ho fallito. Ho solamente provato 10.000 metodi che non hanno funzionato”.

Gli innovatori sono persone che risolvono problemi per abitudine

Avere l’abitudine a innovare significa guardare a ogni singolo problema come un’opportunità di trovare una soluzione. È quello che fanno costantemente gli imprenditori della Silicon Valley e non solo, ispirandosi se vogliamo al maestro Leonardo Da Vinci, delle cui invenzioni, dalla pittura alle macchine militari, si fa fatica a tenere il conto.

In italia li chiamiamo imprenditori seriali. Persone che, per abitudine, quando intravedono un’opportunità creano un’azienda.

Nel mondo dell’imprenditoria fare innovazione significa fare startup, ma fare startup non è altro che risolvere problemi. Non a caso, nelle presentazioni che i fondatori di imprese innovative indirizzano a venture capitalist e business angel il problema è solitamente affrontato nelle prime slide, subito seguito dalle inadeguate soluzioni attuali, dal numero di persone che hanno il problema oggi e dalla velocità di diffusione dell’esigenza che la nuova azienda si prefigge di soddisfare.

Cos’è e come funziona un’abitudine

Le abitudini servono per ridurre il nostro impegno nel risolvere i problemi che ogni giorno ci troviamo ad affrontare. Quando facciamo la spesa, per esempio, e ci troviamo davanti a 50 dentifrici differenti, nessuno si mette a leggere tutte le etichette, ma tutti ci affidiamo a un’abitudine che si concretizza nel comprare sempre lo stesso, il primo che capita, quello che costa di meno o di più, o quello in offerta.

Continua a leggere

Le competenze del Social Media Manager

Vuoi entrare nel mondo del marketing digitale e conoscere le caratteristiche richieste per il social media manager? Sei nel post giusto!

Il social media manager è una figura relativamente nuova nel mondo del lavoro e risulta spesso difficile individuare le skill necessarie per questa professione: c’è chi pensa che per fare questo lavori basti usare gli hashtag, saper scrivere tweet in 140 caratteri massimo o programmare i post su Facebook. Non è così: il social media manager è quella figura che si propone di essere un esperto di social media, con capacità organizzative, gestionali e creative.

Insomma, i social media “cosi” non stanno solo tutto il giorno su Facebook. Se ti piace questo lavoro e ti interessa sapere quali potrebbero essere le caratteristiche e le doti richieste, continua a leggere. Sei nel post giusto!

Approccio multidisciplinare
I social media manager hanno abilità eccezionali, non solo per quanto riguarda i social media, ma anche in pubbliche relazioni, giornalismo, SEO e progettazione grafica. Nacho Gonzalez di Mailtrack.io ha detto:“Devono essere in grado di andare oltre i social media in caso di necessità. Ed è spesso necessario.” Sempre, aggiungiamo noi. Devono, inoltre, capire le diversità fra i social utilizzati e fra il target di riferimento. Perché, tatuiamocelo, non c’è un formato solo per tutti i tipi di contenuto in Social Media Marketing.

Continua a leggere

Usabilità dei siti web

Come realizzare siti web che funzionano davvero

L’usabilità web è probabilmente uno dei contesti più importanti e allo stesso tempo più sottovalutati del web design. Il tuo sito web sarà di alta qualità se valorizzato da concetti di usabilità web. In alternativa rimarrà relegato nella mediocrità, dove a grandi linee sono posizionati la maggior parte di siti web.

Grazie all’usabilità web un utente capisce immediatamente che tipo di sito web sta navigando e che informazioni contiene. L’utente si fa un’idea di questi concetti entro 6 secondi. Se si sentirà a suo agio rimarrà sul sito web, approfondendo la visita alle altre pagine. Se invece avrà un sentore di confusione e avrà vissuto un’esperienza utente negativa, sarà molto probabile che lo abbandonerà in breve.

La coerenza del sito web è un altro punto fondamentale. Occorre uniformità in tutte le pagine e nel sistema di navigazione, che deve essere il più semplice possibile. Implementando questi principi fondamentali ed effettuando test con gli utenti, i siti web usabili predispongono ad una navigazione intuitiva, semplice e veloce.

Come navigano gli utenti

Il motto dell’usabilità dei siti web è “Non farmici pensare”. Gli utenti non devono mai chiedersi cosa fare per ottenere un’informazione, ma deve essere per loro un processo naturale, senza pensarci appunto. Gli utenti visitano i siti web in modo quasi standard. Si aspettano di trovare il menù di navigazione principale sotto o di fianco al logo e il menù di approfondimento a sinistra o a destra nella pagina.

Se non trovano le informazioni che cercano, o navigare il sito web diventa un’impresa impossibile, se ne andranno molto velocemente. Compito del web designer è offrire un layout grafico che sia conforme al loro standard e comprensibile a colpo d’occhio, facendo capire velocemente come muoversi all’interno del sito web.

Continua a leggere

Call Now Button